Home Page
Portaro
Panorama
Sottocastello

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

15/01/2009

Abitazioni isolate nel borgo Rapano di Rometta Superiore

-

Tonino Battaglia

È emergenza nel piccolo villaggio Rapano – a metà strada tra Rometta e Rometta Marea – isolato da stanotte a causa di due importanti cedimenti del terreno sottostante la provinciale 56-bis (nella foto). Le abbondanti piogge ha aperto grosse fratture sia a valle che a monte della frazione, provocando uno sprofondamento di diversi metri della carreggiata che rende impossibile il passaggio di veicoli. Inoltre, la frana ha travolto una centralina dell'impianto di illuminazione, lasciando al buio i sei nuclei familiari residenti. Tra di essi anche un disabile che ieri non ha potuto usufruire dei normali servizi di assistenza. Ma pesanti danni si sono registrati anche sul versante opposto, con gravi smottamenti e cedimenti stradali nelle frazioni di S. Domenica, Gimello, Cisterna e sul monte Palostrico. Frane già rimosse, ma un nuovo crollo soprattutto sa ridosso della provinciale per Venetico, isolerebbe totalmente Rometta superiore e le sue frazioni. Si stimano circa 10 milioni di danni. Oggi la giunta si riunisce in seduta straordinaria per richiedere lo stato di calamità. Problemi anche a Saponara dove – come riferisce Salvatore Curreri – situazione critica si registra nella strada provinciale n. 53 nel tratto compreso tra il centro urbano e la frazione S.Pietro, dove incombe il pericolo di caduta di massi e la circolazione pedonale e veicolare è a rischio. Stesso discorso per la strada agricola Tiani-Porraccio, già interessata dai danni lo scorso 11 dicembre e ancora interdetto al traffico. Tale situazione sta provocando forti disagi agli agricoltori. Allagamenti si lamentano poi in via Maiorani, nella frazione Scarcelli, dove sono presenti numerosi fabbricati, mentre sotto osservazione continua a rimanere il torrente Saponara con i quattro affluenti (Cardà, Perarella, Stretto e Tiani). Problemi anche di erogazione di energia elettrica perché è saltato il trasformatore che si trovava nella cabina ubicata davanti alla villa comunale. La situazione è tornata alla normalità solo in tarda serata.

Indice Rassegna