Home Page
Porta Messina
Il Palatium
Portaro

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

08/12/2010

Municipio di Rometta Dopo 10 anni riapre la sede storica restaurata

-

Tonino Battaglia

Dopo 10 anni, Rometta riabbraccia finalmente il suo municipio. Si stanno completando in questi giorni, infatti, le operazioni di trasferimento degli uffici nella sede storica di piazza Margherita, riportata all'antico splendore e rinnovata funzionalmente all'interno dopo i lavori di recupero architettonico e restauro conservativo portati a termine dall'impresa "Edilstrutture srl" di Caltanissetta. I romettesi quindi si "riappropriano" della loro casa comune, dopo che, nella primavera del 2000, il degrado strutturale dell'edificio aveva costretto l'allora sindaco Enrico Etna a disporre il trasferimento di tutti gli uffici comunali nella sede dell'ex Opera pia "Nino Scandurra". Nella speranza che lo spostamento fosse breve. Invece, i tempi della burocrazia rimangono sempre biblici. Fra l'approvazione amministrativa da parte della giunta municipale del progetto definitivo dei lavori di "recupero architettonico, restauro conservativo e riqualificazione funzionale della casa comunale di Rometta" (marzo 2003) e l'ammissione a finanziamento da parte dell'assessorato regionale Lavori Pubblici (gennaio 2007) passano infatti quattro anni. L'opera viene finanziata per un importo complessivo di 1.800.000 euro, di cui 1.494.000 euro erogati dalla Regione mentre 306mila sono a carico del comune di Rometta. Dopo quest'empasse l'iter procede regolarmente. La gara d'appalto viene espletata poi nell'aprile del 2008 e i lavori consegnati alla "Edilstrutture srl" nell'agosto dello stesso anno e ultimati pochi mesi fa. Il trasloco nella restaurata casa comunale verrą completato entro questo fine settimana, ma non tutti gli uffici saranno ubicata in piazza Margherita. Rimarranno infatti, nell'ex opera pia Nino Scandurra l'ufficio sanitario, l'ufficio culturale con biblioteca e archivio storico e l'ufficio servizi sociali. Per il resto, il municipio torna "casa".

Indice Rassegna